Fondazione Gianni Pellicani

Attività Istituzionali - Archivio

Il progetto





La Fondazione Gianni Pellicani, inaugurata il 27 marzo 2007 alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nasce raccogliendo la volontà di Gianni Pellicani di creare a Venezia e Mestre una realtà culturale con l’obiettivo di svolgere e promuovere attività di ricerca e formazione legate ai temi della politica con particolare attenzione allo sviluppo e alle trasformazioni della città anche attraverso la ricostruzione storica di alcuni precisi momenti e temi. La Fondazione di Venezia, coinvolta inizialmente nel progetto come socio fondatore, continua a sostenere l’attività istituzionale della Fondazione. L’attività della Fondazione è articolata in tre principali aree d’interesse tra loro strettamente connesse.



Primo filone: cultura politica
Un primo filone d’interesse è dedicato all’approfondimento di temi di cultura politica attraverso studi e convegni. Rientra in quest’ambito La Grande Politica e il Futuro dell’Italia un ciclo d’incontri giunto alla quarta edizione, che rappresenta un momento di riflessione su alcuni passaggi salienti della vita politica italiana dal secondo dopoguerra ad oggi. Quest’anno è stata organizzata una serie di convegni sul tema dei grandi partiti della I Repubblica.



Secondo filone: Idee per Mestre
Un secondo filone d’indagine, denominato Idee per Mestre, riguarda l’attività di ricerca sulle trasformazioni sociali e urbane della Città Metropolitana, recentemente individuata anche dall’OCSE, che comprende le province di Venezia, Padova e Treviso. Particolare attenzione viene riservata alle realtà di Mestre e Venezia. Quest’ambito di ricerca, sviluppato in stretta collaborazione con la Fondazione Venezia 2000, si sta strutturando in un osservatorio permanente sulla Città Metropolitana. È parte integrante dell’analisi sulle trasformazioni urbane della Città Metropolitana MapIn, la mappa georeferenziale delle associazioni di Mestre e Venezia, una piattaforma informatica, ideata dalla Fondazione Pellicani, dove si possono ricavare tutte le informazioni sui circa 1.000 soggetti attivi nella cultura, nell’ambiente, nell’educazione, nella solidarietà. (www.mapin.eu), attraverso un database costantemente aggiornato.



Terzo filone: Atlante Storico-politico
Il terzo filone d’attività, l’Atlante Storico-Politico Novecentesco, è focalizzato sulla Ricerca Storica e ha come obiettivo il ritrovamento, la valorizzazione e lo studio di documenti ad oggi inediti dal secondo dopoguerra ad oggi. L’Atlante che è consultabile dal sito della Fondazione è costituito da gallerie fotografiche, raccolte di video interviste, schede biografiche e pubblicazioni basate su ricerche d’archivio come “La genesi della Legge Speciale”. Inoltre il 20 dicembre 2010 è stato siglato un protocollo d’intesa per la conservazione e valorizzazione di fondi archivistici novecenteschi a rischio di dispersione che mette insieme soggetti pubblici come il Comune di Venezia, e soggetti privati tra cui Fondazione di Venezia, Ive S.r.l., Vega, S.c.a.r.l.,Venis S.p.a., Cgia di Mestre, Veritas S.p.a., Confindustria Venezia, Autorità Portuale di Venezia.



Festival della Politica
Il Festival della Politica di Mestre nasce nel 2011, per iniziativa della Fondazione Gianni Pellicani.

Alla base dell’intero progetto, la convinzione che incrociare saperi e punti di vista differenti sia l'unico modo per muovere alla ricerca di ciò che oggi è "politica", con tutta la ricchezza di significati che questo termine guadagna nella società contemporanea.

Nessuna tentazione settoriale o autoreferenziale, quindi: la politica viene messa a tema nel suo senso più autentico di necessario spazio di confronto tra istanze e visioni che abitano l'odierna Polis.

Grazie alle migliaia di visitatori che l'hanno popolato, il Festival della Politica è divenuto una grande festa dei cittadini, attratti dalla possibilità di un confronto diretto e senza filtri con i protagonisti della cultura italiana. L'affluenza di un pubblico numeroso e partecipe è il premio per una manifestazione che, fin dagli inizi, ha sempre cercato la via di una riflessione politica attenta e mai urlata, aperta alla complessità dei problemi e lontana da ogni retorica.

Lectio magistralis, tavole rotonde, incontri con l'autore, reading. Più di 50 eventi distribuiti in 4 giornate, 70 relatori provenienti da tutta Italia, 6 locations principali attrezzate nel centro di Mestre. Il programma del Festival della Politica non si è mai presentato così ricco e denso di sollecitazioni.

A ispirare i contenuti dell'edizione 2013, il clima di incertezza che oggi addensa intorno alla politica italiana, la voglia di comprendere le ragioni di una crisi e l'urgenza di individuare le opportunità di una rinascita.

Dal lavoro alla finanza, dalla questione settentrionale ai nuovi media: i temi che saranno trattati dal 5 all'8 settembre sono altrettante sfide lanciate alla politica di oggi e di domani, e li approfondiremo con l'aiuto di economisti, giornalisti, esponenti della società civile.


Fondazioni comunitarie