Reflexions Masterclass

Attività Istituzionali - Archivio

Il progetto


Masterclass internazionale di fotografia




La Fondazione, all’interno del progetto di residenze per artisti internazionali a Venezia Art Enclosures – Confini d’arte, ha collaborato nel 2011 con Reflexions Masterclass per la realizzazione di un Masterclass internazionale di fotografia a Venezia e di un lavoro fotografico a carattere istituzionale “IW” (Institutional Work) nelle strutture e nelle sedi indicate e prescelte dalla Fondazione: la sede istituzionale di Rio Novo,Casa dei Tre Oci alla Giudecca, e gli spazi di M9 a Mestre.



Che cos'è
Reflexions Masterclass è un seminario internazionale per la formazione di autori alla fotografia contemporanea, un osservatorio che propone una riflessione sul nostro tempo e si interroga sui meccanismi che influiscono sulla percezione delle immagini e il linguaggio della fotografia.

Fondato a Parigi 10 anni fa da Giorgia Fiorio, il masterclass, completamente gratuito e a cadenza biennale, seleziona un numero ristretto di giovani autori tra i più premiati da tutto il mondo. I curatori sono Gabriel Bauret e Giorgia Fiorio in qualità di direttore artistico.

Vi si accede solo attraverso nomina e si caratterizza per gli incontri ospitati di volta in volta da una diversa istituzione europea. Partecipano inoltre, diversi a ogni incontro, due masters del panorama culturale internazionale.



Reflexion Masterclass alla Fondazione di Venezia
Nei giorni di seminario a Venezia, dal 28 al 31 gennaio 2011, gli studenti che hanno frequentato il masterclass hanno presentato i loro lavori e attraverso un confronto intensivo con i master hanno lavorato con loro ad una revisione critica dei materiali presentati. Per l’edizione veneziana, oltre ai curatori di Reflexions, i master invitati sono stati il noto fotografo Joan Fontcuberta e il direttore di Palazzo Grassi Martin Bethenod.

19 artisti si sono inoltre confrontati sul tema dell’Identità facendone oggetto del successivo Istitutional Work presso le sedi della Fondazione (Rio Novo, Casa dei Tre Oci alla Giudecca, e gli spazi di M9 a Mestre). I lavori finali, raccolti nel catalogo REFLEXIONSMASTERCLASS alla Fondazione di Venezia (curato da Reflexion masterclass Onlus e edito da Marsilio Editori) sono stati presentati in occasione della notte bianca di Venezia il 18 giugno al giardino del Palladio Hotel alle Zitelle. La presentazione del volume è stata accompagnata da una conversazione su “Il linguaggio degli occhi” alla quale hanno partecipato Marino Folin, Gabriel Bauret, Martin Bethenod, Giorgia Fiorio.

Tre dei lavori selezionati sono stati consegnati alla Fondazione dai giovani autori: Modì (Anne Lise Cornet), Grégoire Pujade-Lauraine e Sumit Dayal ed entreranno a far parte del fondo fotografico della Fondazione.



I Fotografi invitati a partecipare al Masterclass
I giovani autori che nei prossimi mesi approfondiranno il loro percorso e si confronteranno sul tema “NO” assegnato a Venezia a chiusura dell’edizione 2011 sono:

Salvatore Arnone, Marta Bacigalupo, Marc Beckmann, Guia Besana, Fabrizio Bonfanti, Loran Bonnardot, Marina Cavazza, Virginie Chibau, Gianni Cipriano, Pierre Clauss, Melania Comoretto, Anne-Lise Cornet, Martin Cregg, Annalisa D’Angelo, Sumit Dayal, Daniele Delaini, Edouard De Pazzis, Alexandra Demenkova, Anna Di Prospero, Walter D’Ottavi, Laura El-Tantawy, Torkil Faerø, Bruno Fert, Arianna Forcella, Simona Ghizzoni, Stefano Giogli, Federica Giorgetti, Nicolò Giudice, Chiara Goia, Hirotaka Hashimoto, Olga Hoffman, Yian Huang, Emilie Hudig, Marinde Hurenkamp, Alessandro Imbriaco, Nga Jehad, Minny Lee, Emile Loreaux, Sirio Magnabosco, Giovanni Melillo, Patrick Mourral, Francesco Patriarca, Alice Pavesi, Elena Perlino, Giovanni Presutti, Grégoire Pujade-Laurane, Alisa Resnik, Marta Sarlo, Leslie Searles, Miki Soejima, Ali Taptik, Leah Tepper-Byrne, Achilleas Tilegrafos, Gianfranco Tripodo, Gihan Tubbeh, Cristina Vatielli, Francesca Vergnano.


Link utili

Progetto Ager