La scrittura di Guadalupe Nettel protagonista di Waterlines - Residenze letterarie e artistiche a Venezia

Notizie - Comunicati stampa

Venezia, 05 Aprile 2019– Dalla drammaturgia di Albert Ostermaier alla scrittura di una delle maggiori autrici del panorama letterario latinoamericano contemporaneo. Dopo essere stata ospite di Incroci di Civiltà, sarà Guadalupe Nettel la nuova protagonista dell’edizione 2019 di Waterlines - residenze letterarie e artistiche a Venezia, il progetto realizzato da Fondazione di Venezia, Collegio Internazionale dell’Università Ca’ Foscari e San Servolo Srl.
Considerata dalla critica una delle più grandi scrittrici in lingua spagnola di oggi e nota per la particolare capacità di scomporre le relazioni, focalizzandosi su paure, ansie, manie e desideri, l’autrice di Bestiario sentimentale, in residenza sull’isola di San Servolo, incontrerà il pubblico della rassegna durante due appuntamenti, in programma lunedì 8 aprile e giovedì 11 aprile, nella sede della Fondazione di Venezia.
Si parte lunedì 8 aprile alle 15.30 con “Style exercises”, un laboratorio di scrittura creativa in lingua inglese, ispirato a Exercices de style di Raymond Queneau, rivolto agli studenti e agli appassionati di questa modalità espressiva. Giovedì 11 aprile alle 16.00, la scrittrice messicana dialogherà invece con due studiose di letteratura ispanoamericana dell’Ateneo di Ca’ Foscari, Margherita Cannavacciuolo e Alice Favaro, sul tema “Corpi in bilico / identità in transito: la narrativa di Guadalupe Nettel”. L’incontro, in lingua spagnola con traduzione in italiano, sarà l’occasione per conoscere da vicino i temi e i motivi dell’opera letteraria della Nettel, mettendo in luce lo sguardo puntuale e ironico con cui l’autrice analizza le pieghe più intime dell’essere umano. La conversazione indagherà le modalità con cui i cambiamenti nei nostri corpi registrano e denunciano importanti mutamenti identitari.
Nel corso della sua residenza Guadalupe Nettel si rapporterà con il maestro vetraio Nicola Moretti, della famiglia Moretti da generazioni protagonista della creazione di vetri artistici muranesi dalla metà dell’Ottocento. Nicola Moretti è stato coinvolto all’interno di Waterlines grazie al Consorzio Promovetro Murano, consorzio di promozione e tutela del vetro di Murano, gestore del marchio della Regione del Veneto Vetro Artistico® Murano.
Gli incontri sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Prenotazione consigliata all’indirizzo info@waterlinesproject.org.
Biografia
GUADALUPE NETTEL Nata a Città del Messico e cresciuta fra Messico e Francia, è autrice di numerosi romanzi – fra questi Quando finisce l’inverno, pubblicato da Einaudi nel 2016 e vincitore del Premio Herralde – oltre che di raccolte di racconti – si cita fra tutte il Bestiario sentimentale, edito da La Nuova Frontiera nel 2018 e vincitore del Premio Ribera del Duero – nel 2008 è stata annoverata tra le più promettenti autrici latino-americane nel corso dell’Hay Festival, in Galles. I suoi lavori sono stati tradotti in quindici lingue. e sono apparsi su riviste letterarie come Granta,The White Review, The New York Times e L’Atelier du Roman.
WATERLINES residenze letterarie e artistiche a Venezia è un progetto del Fondazione di Venezia, del Collegio Internazionale Ca’ Foscari, e di San Servolo srl che si pone l’obiettivo di creare occasioni di incontro tra artisti impegnati in diverse discipline, studenti e cittadini per condividere momenti di riflessione e approfondimento intorno alla loro cultura e alla loro opera, coniugando la scrittura con altre discipline artistiche e ribadendo il ruolo di Venezia come luogo di produzione artistica e culturale. Waterlines prevede la presenza di un artista/scrittore internazionale che si integri con il tessuto cittadino, eventualmente anche affiancato da un artista locale. Dal 2019 le residenze sono curate dalla professoressa Cristina Fossaluzza, docente di teatro e letteratura tedesca a Ca’ Foscari.

Trecento fotografie di Letizia Battaglia in mostra alla Casa dei Tre Oci