“Walk on water”, con Gabriele Vacis il teatro arriva in Fondazione

Notizie - Eventi e presentazioni

Fondazione di Venezia, Rio Novo, Dorsoduro 3488/U

29 aprile 2019 - 18:00

Si intitola “Walk on Water” la rassegna teatrale promossa dalla Fondazione di Venezia in collaborazione con Università Ca’ Foscari e Iuav, in programma in diverse sedi fra Mestre e Venezia fra aprile e giugno.
La rassegna – che nasce dalla volontà della Fondazione di Venezia, condivisa con i due Atenei veneziani, di offrire nuove occasioni di approfondimento culturale nell’area metropolitana di Venezia, con uno specifico riferimento al teatro sperimentale di alta qualità – propone un cartellone di eventi realizzati nel centro storico e a Mestre, con l’obiettivo di costruire un ideale ponte nel nome del teatro (da qui il titolo “Walk on Water”) capace di unire le due anime della città, quella di acqua e quella di terra. Originale anche la scelta dei luoghi individuati. Luoghi spesso non teatrali, come nel caso del Museo M9 e di M-Children o della Casa dei Tre Oci, ossia i progetti culturali più impegnativi della Fondazione di Venezia che, in questo modo, hanno l’occasione di ampliare la propria offerta culturale. Ma anche luoghi compiutamente teatrali come il Teatro Ca’ Foscari a Santa Marta, punto di riferimento ormai primario nel panorama veneziano.
“Walk on water”, che ha avuto come preludio lo spettacolo “MDLSX” dei Motus, prevede il 2 aprile alle 20.30 la messa in scena, al Teatro Ca’ Foscari a Santa Marta, di “Rewind – Omaggio a Café Muller” da parte di Daria Deflorian e Antonio Tagliarini.
Il 29 aprile è la volta di Gabriele Vacis, che nella sede della Fondazione di Venezia propone, alle 18.00, lo spettacolo “Storie d’acqua. Meditazioni sul clima”, una profonda riflessione sulla forza incontrastabile dell’acqua, metafora della vita stessa, che continua a riservare sorprese anche quando sembra dominata dall’enfasi della sicurezza.
M-Children a Mestre accoglierà invece il 3 maggio, con una doppia performance alle 17.00 e alle 19.30, “I sei cigni”, esito del progetto di Ca’ Foscari, Iuav e Università di Padova “Teatro, ricerca Innovazione. La scena digitale” messo in scena da Tam Teatromusica. Fra i due spettacoli è previsto, alle ore 18.00, un momento di dibattito.
Si torna a Venezia, per l’esattezza alla Casa dei Tre Oci, il 28 maggio alle 20.30 con “Esercizi per voce e violoncello sulla Divina Commedia di Dante”, proposto da Chiara Guidi della Socìetas.
A chiudere la rassegna sarà CollettivO CineticO, protagonista, il 22 e il 23 giugno alle 20.30 al terzo piano del Museo M9, di “Sylphidarium. Maria Taglioni on the ground”.

M9, Festa della Liberazione con le bombe del 1940