Waterlines e Biennale insieme con l’evento “Rothko in Lampedusa”

Notizie - Eventi e presentazioni

Aula Baratto, Università Ca' Foscari, Dorsoduro 3246 - Venezia

22 maggio 2019 - 17:00

Una tavola rotonda in cui intrecciare in modi originali riflessioni sul concetto di “fuga”, ossia il tema portante dell’edizione 2019 di Waterlines e della mostra “Rothko in Lampedusa”, l’esposizione promossa da UNHCR in Palazzo Querini fino al prossimo 24 novembre nell’ambito della Biennale Arte. È la proposta che il progetto di residenze letterarie e artistiche Waterlinews, realizzato dalla Fondazione di Venezia, da Università Ca’ Foscari e da San Servolo Srl, lancia per mercoledì 22 maggio alle 17:00 nell’Aula Baratto di Ca’ Foscari. L’evento cercherà di mettere in luce i diversi aspetti della fuga e del fuggire, analizzandoli attraverso la loro dimensione temporale e nell’intreccio fra vita e arte.
L’incontro, coordinato da Cristina Fossaluzza dell’Università Ca’ Foscari e da Carlotta Sami, portavoce di UNHCR per il Sud Europa, vedrà la partecipazione dello storico dell’arte Michele Nicolaci, della scrittrice Helena Janeczek, del compositore Martin Daske e degli artisti rifugiati in residenza Majid Adin (Siria), Rasha Deeb (Siria), Mohamed Keita (Costa d’Avorio), Bnar Sardar Sidiq (Kurdistan iracheno) e Hassan Yara (Somalia).
L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili
info@waterlinesproject.org

Fondazione di Venezia e Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto propongono per l'a.s. 2019/2020 le nuove iniziative (R)evolution e Nel mondo di Štěpán Zavřel e confermano il progetto Tutta un'altra ASL