Calendario di Eventi

L Lun

M Mar

M Mer

G Gio

V Ven

S Sab

D Dom

0 eventi,

1 evento,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

1 evento,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

Magazine

Il Consiglio Generale approva il Bilancio Consuntivo 2021. Erogazioni superiori ai sei milioni di euro, in crescita l'attenzione verso innovazione e bisogni sociali.

Venezia, 29 aprile 2022 – Nel corso della seduta odierna, Il Consiglio Generale della Fondazione di Venezia ha approvato il Bilancio Consuntivo 2021, che si è chiuso con un aumento del patrimonio netto dell’Ente di circa 2,3 milioni di euro, passando da 361,4 a 363,7 milioni. L’avanzo di esercizio è stato pari a 11,04 milioni di euro, con un incremento dell’80% rispetto al DPP e del 155% rispetto all’esercizio 2020, sostenuto dai dividendi delle società partecipate (Intesa san Paolo e Cassa Depositi e Prestiti) e dalla plusvalenza derivante dalla cessione della Casa dei Tre Oci.

Nel 2021 le risorse destinate ad erogazioni sono state pari 6,044 milioni di euro, con un incremento di circa 1,15 milioni rispetto al 2020.

L’analisi dell’attività erogativa della Fondazione evidenzia come il 42,7 per cento delle erogazioni sia stato destinato al settore dell’Arte, attività e beni culturali, il 21,5 per cento al settore Educazione, istruzione e formazione, il 12,4 per cento alla Ricerca scientifica e tecnologica ed il 23,3 per cento agli altri settori.  Sotto il profilo della modalità, quasi il 46 per cento (45,8) degli interventi è stato sviluppato direttamente dalla Fondazione di Venezia o dalle sue entità strumentali Fondazione M9 e M9 District, mentre il 36,4 per cento è stato realizzato in partnership con altri soggetti e meno del 18 per cento (17,8) attraverso contributi erogativi a soggetti terzi.

In continuità con gli esercizi precedenti sono stati erogati i contributi alla Fondazione Teatro la Fenice e agli Atenei Veneziani, rispettivamente per 1 milione e per 440 mila euro. Particolarmente significativa l’attenzione al welfare, con un’erogazione di 847 mila euro al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e di poco meno di 60 mila euro alla Fondazione con il Sud. Al settore del welfare sono da ricondurre anche i progetti #Imprenditorenonseisolo in collaborazione con l’omonima associazione, e #nonsolocompiti, realizzato in collaborazione con le Fondazioni di Comunità, sostenuti con un finanziamento complessivo di oltre 210 mila euro.  In favore delle iniziative sviluppate sul territorio metropolitano attraverso le Fondazioni di Comunità sono stati inoltre erogati ulteriori 140.000 euro a sostegno dei bandi delle stesse Fondazioni. Nell’ambito degli interventi per la formazione e l’innovazione, si iscrivono poi i progetti Upskill e Venywhere, sostenuti da erogazioni per complessivi 200 mila euro. A bilancio sono infine stati accantonati fondi a copertura delle erogazioni per l’esercizio 2022 per 5,5 milioni di euro, così come previsto dal Documento Programmatico Previsionale per l’anno in corso.

Per quanto riguarda i costi, il risultato di esercizio conferma il trend della progressiva contrazione, calcolata per il 2021 in due punti percentuali. In progressiva diminuzione è anche l’esposizione verso il Polo M9, che dai 7 milioni registrati nel consuntivo 2019 passa nel Bilancio 2021 a circa 2,5 milioni di euro al netto degli ammortamenti, un risultato in significativo miglioramento (per circa 0,5 milioni) rispetto al documento programmatico.

“il Bilancio approvato oggi dal Consiglio Generale – dichiara Michele Bugliesi, presidente della Fondazione di Venezia – consolida il ruolo della Fondazione a favore della collettività, confermando il crescente impegno della nostra azione a sostegno della cultura, della crescita del capitale umano e sociale, con particolare attenzione alle giovani generazioni. L’oculata gestione del patrimonio ci ha permesso di ampliare lo spettro degli interventi nonostante il protrarsi di una situazione di incertezza provocata dalla pandemia, e di investire in progetti di grande valenza e capaci di irradiarsi sull’intera area metropolitana.”

Comunicato stampa Bilancio Consuntivo 2021