Calendario di Eventi

L Lun

M Mar

M Mer

G Gio

V Ven

S Sab

D Dom

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

Magazine

#nonsolocompiti, un successo di squadra

Sono 364 i ragazzi attivamente coinvolti nella stagione di #nonsolocompiti appena conclusa con un evento finale in M9. Al loro fianco 40 educatori e 10 tirocinanti, coordinati da 5 associazioni capofila in 12 luoghi dell’area metropolitana veneziana. Sono solo alcuni dei numeri che hanno contraddistinto l’edizione 2023-2024 del progetto della Fondazione di Venezia che, anche in questo anno scolastico ormai agli sgoccioli, ha garantito a ragazzi e famiglie la possibilità di usufruire, al di fuori dell’orario scolastico, di spazi in cui non solo fare i compiti attraverso modelli di apprendimento collaborativo con il supporto di educatori specializzati, ma anche di partecipare a laboratori ludico-ricreativi capaci di creare momenti di socialità, di attivare e sviluppare le competenze trasversali e di rafforzare l’intelligenza emotiva degli studenti e delle studentesse fra gli 11 e i 14 anni.

 

 

Realizzato in collaborazione con le quattro Fondazioni di Comunità Terra d’Acqua, Santo Stefano, Clodiense e Riviera Miranese, il progetto, che gode del patrocinio della Regione del Veneto, del Comune di Venezia e dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, ha saputo consolidare in particolare la sinergia con insegnanti e scuole, coinvolgendo attivamente sei nuovi plessi a Marghera e Malcontenta, Favaro, Venezia Centro Storico e Dolo con una doppia presenza, confermando, nel contempo, proprio all’interno delle scuole, l’attivazione degli incontri gratuiti sulla genitorialità con i quali #nonsolocompiti si è posto l’obiettivo di accompagnare nel percorso non solo i ragazzi, ma anche la famiglia.

 

 

Operativo nei territori di Chioggia, Cinto Caomaggiore, Pramaggiore, Chirignago, Dolo, Marghera, Malcontenta, Mestre, Sambruson, San Donà di Piave, Sottomarina, Venezia Centro Storico, #nonsolocompiti ha avuto anche quest’anno le cooperative Itaca, Sumo, La Sfera di Pistacchio, Titoli Minori e Olivotti come motore delle attività e dei laboratori realizzati in spazi educativi che hanno avuto anche un altro grande pregio, ossia quello di favorire i tempi di conciliazione famiglia-lavoro. Un’esigenza particolarmente urgente, quest’ultima, se si considera che in oltre il 71 per cento dei casi, entrambi i genitori dei ragazzi partecipanti lavorano.

 

 

Per quanto riguarda il ritorno in termini di socialità e crescita personale, i ragazzi e le ragazze partecipanti hanno confermato per quasi l’81 per cento di sentirsi più autonomi, mentre oltre il 71 per cento ritiene che #nonsolocompiti sia servito a migliorare il rendimento scolastico ed il 73 per cento ha visto accresciuta la voglia di frequentare gli amici. Relativamente ai genitori (nel 32 per cento dei casi non di madrelingua italiana), l’86 per cento di loro ritiene che questa edizione di #nonsolocompiti abbia concretamente aiutato la famiglia nella gestione dei compiti, mentre l’88 per cento ha constatato come il progetto abbia favorito nei figli lo sviluppo di nuove abilità comunicative e di dialogo.

 

 

“Con #nonsolocompiti – sottolinea Giovanni Dell’Olivo, Direttore Generale della Fondazione di Venezia – la Fondazione conferma il suo impegno qualificato per dare valore al tempo lasciato libero dalla scuola. Dare alle famiglie opportunità e strumenti per trovare una risposta concreta al bisogno di conciliazione fra lavoro, scuola e famiglia è da sempre l’obiettivo di questo progetto. E consentire tutto questo in spazi calibrati e stimolanti sotto ogni punto di vista è l’imprescindibile tramite per ottenere risultati come quelli testimoniati dai numeri. Il nostro grazie va ai tanti soggetti che anno dopo anno hanno creduto in questa proposta, confermando ancora una volta la forza della rete”.